Tra nonni e nipoti generalmente si sviluppa una relazione unica e speciale dove i primi trasmettono alle generazioni successive quel senso di prezioso affetto che aiuta a crescere e a confrontarsi con la vita, e i secondi regalano in cambio allegria e conferma del valore e dell’importanza rivestita dai loro tanto amati nonni. Ecco perché viene definita una sana relazione vincente.

Quello dei nonni non è un vero e proprio ruolo, non è legato a nessun vincolo prestabilito come quello di essere genitori, ma il rapporto che si crea tra nipoti-nonni diventa un legame indissolubile e unico.

I nonni al giorno d’oggi, non sono più come quelli di una volta con la barba bianca e il bastone, ma sono attivi e scattanti e danno il meglio di sé per crescere i propri nipoti; fanno parte al 100% nel ciclo vitale della famiglia perché nella maggior parte dei casi i genitori lavorano e non riescono ad occuparsi dei figli. Cosa rende questo rapporto così speciale? Prima di tutto i nonni si trovano in una fase della loro vita meno competitiva che li rende capaci di ascoltare con serenità e calma i nipoti, di sentire le loro emozioni, di comprendere i loro bisogni più profondi, di meravigliarsi delle loro scoperte,  in altre parole di entrare in sintonia con loro. Ovviamente questo rapporto non è a senso unico, infatti anche i nipoti ricambiano attraverso l’energia positiva, l’allegria e tutto l’amore incondizionato verso di loro.

I nonni con il loro amore e la loro pazienza aiutano i piccoli, incoraggiandoli nello sviluppo della loro fantasia, nella creatività e nel raggiungimento dei loro sogni.

Uno studio europeo ha dimostrato che il 33% delle famiglie italiane preferisce avvalersi delle premurose cure dei nonni piuttosto che affidare i propri figli alle babysitter. In altri paesi del nord Europa, quali Svezia e Danimarca, questa percentuale subisce una netta diminuzione; rispettivamente solo il 2,9% e l’1,6% delle famiglie affida la propria prole alle cure dei propri genitori, preferendo quindi l’affidamento alle babysitter o a centri appositi per la cura del bambino.

Questo ci fa capire come noi italiani siamo attaccati alle nostre tradizioni e alla nostra famiglia ma non è questa l’unica  motivazione per la quale i nonni italiani sono diventanti un vero e proprio punto di riferimento all’interno di numerosi nuclei familiari della penisola.

Il rapporto con i nonni è fatto di complicità e di piccole trasgressioni, come per esempio mangiare le caramelle che mamma e papà non comprano… restare svegli fino a tardi quando si fa la nanna dai nonni… infangarsi nel prato, fare quei giochi che a casa non si possono fare… e scambiarsi i segreti che solo i nonni possono sapere! E’ questa la vera bellezza di stare con i proprio nonni! Si formano cosi una complicità e una confidenza destinate a resistere nel tempo e a creare dolcissimi ricordi che terremo per sempre nel nostro cuore.

 

Laura Corti – Educatrice Professionale

Articolo scritto per la rubrica “Grandi pensieri per i più piccoli” in collaborazione a Lecco4children

Richiesta informazioni

Nome e Cognome

Email

Messaggio

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Copyright © Studio Related

P.IVA 03652760160 - PRIVACY